Home Svago Di che cosa si occupa un dirigente per la sicurezza sul lavoro?

Di che cosa si occupa un dirigente per la sicurezza sul lavoro?

Il D. Lgs. n. 81 del 2008, cioè il Testo Unico per la Sicurezza sul Lavoro, definisce quali sono le figure che in ambito aziendale hanno responsabilità ben precise e compiti specifici dal punto di vista della prevenzione dei rischi. In cima alla scala gerarchica non può che esserci il datore di lavoro, a cui spettano numerosi obblighi; alcuni di questi, però, possono essere delegati a una figura diversa, il dirigente per la sicurezza. Per la sua nomina c’è bisogno di un atto di delega, fermo restando che non tutte le mansioni possono essergli delegate.

Che cosa fa un dirigente per la sicurezza

Il dirigente per la sicurezza è un soggetto i cui poteri funzionali e gerarchici e le cui competenze professionali sono proporzionate al tipo di incarico che il datore di lavoro gli ha attribuito: proprio per questo motivo egli è ritenuto in grado non solo di organizzare il lavoro, ma anche di vigilare su tale attività. Mentre per altre figure professionali il datore di lavoro è obbligato a individuare un soggetto a cui attribuire il compito, ciò non avviene nel caso del dirigente per la sicurezza. In pratica, la sua nomina è facoltativa, ma ovviamente qualora ne sia prevista la presenza il dirigente per la sicurezza è tenuto a rispettare obblighi specifici.

Come si nomina il dirigente per la sicurezza

C’è bisogno di un atto di nomina ufficiale da parte del datore di lavoro, che in questo modo può attribuire al dirigente per la sicurezza una parte dei suoi obblighi, o anche tutti (sempre in riferimento a quelli delegabili). Sia chiaro: l’atto di delega non rappresenta una banale formalità, come specificato dal D. Lgs. n. 81 del 2008 all’articolo 16. L’atto in questione deve recare data certa e va reso noto in maniera tempestiva una volta che il soggetto delegato lo ha accettato per iscritto. Con l’atto, vengono delegati al soggetto che viene nominato il potere di spesa che occorre per l’adempimento delle funzioni delegate e ogni altro potere di controllo, di gestione e di organizzazione correlato.

La scelta del dirigente

L’articolo 16 del Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro specifica anche che il delegato deve essere in possesso dei requisiti imposti dalle caratteristiche delle funzioni che gli vengono attribuite, tanto dal punto di vista dell’esperienza, quanto sul piano della professionalità. Il datore di lavoro, d’altra parte, anche delegando alcuni compiti è comunque tenuto ad appurare che il delegato svolga le funzioni in modo appropriato, e di conseguenza è responsabile del suo operato.

Come si diventa dirigente per la sicurezza

I corsi dirigenti sicurezza rappresentano un punto di partenza fondamentale per la loro formazione. A erogarli sono realtà specializzate, come per esempio Progetto81, un’azienda che si occupa della formazione accreditata e di consulenze in tema di sicurezza sul lavoro. Sono tre le sedi italiane di questa realtà: a Catania in zona Tribunale, a Roma in zona Termini e a Milano presso il Monte Napoleone Business Center. Come si vede, si tratta di tre collocazioni strategiche. In tutte le sedi sono presenti moderne aule didattiche e uffici attrezzati e funzionali, in cui possono essere svolti anche corsi di formazione garantiti da insegnanti esperti e sempre aggiornati. Entra nel sito progetto81.it per maggiori informazioni.

Quali sono gli obblighi che possono essere delegati

È l’articolo 18 a segnalare gli obblighi che possono essere delegati dal datore di lavoro: per esempio la nomina degli addetti al primo soccorso, degli addetti antincendio e del medico competente per sorveglianza sanitaria; ma anche la documentazione e la registrazione delle misure di igiene e sicurezza e di tutte le norme. Ancora, il dirigente per la sicurezza ha facoltà di autorizzare allo svolgimento di compiti pericolosi unicamente i lavoratori che sono stati sottoposti a uno specifico addestramento, e comunque dopo che sono stati istruiti ad hoc; di dare ai lavoratori i dispositivi di protezione individuale; di inviare i dipendenti alla visita medica secondo quanto previsto dal programma di sorveglianza sanitaria.

Che cosa può fare il dirigente per la sicurezza

Ancora, al dirigente per la sicurezza possono essere assegnati i compiti di convocare la riunione periodica (nelle aziende con almeno 16 dipendenti) e di mettere in atto i provvedimenti per la gestione delle emergenze e delle situazioni di rischio.

Articoli correlati

Ultimi articoli

Profumo di vaniglia in casa: come ottenerlo?

Il profumo alla vaniglia è una tipologia di fragranza, particolarmente indicato per la casa. Come confermato da studi scientifici, la sua essenza agisce positivamente...

La cellulite: da cosa dipende e come contrastarla

Quello della cellulite è davvero un problema annoso: tantissime donne sono interessate da quest’inestetismo e sono ovviamente desiderose di eliminarlo per poter sfoggiare una...

STRANGE BREW è così brutto da diventare fantastico

Ci siamo, è arrivato quel periodo dell’anno in cui plaid, divano e film sono la combo perfetta. Per riempire al meglio un pomeriggio invernale,...

One Piece, una passione tra serie tv e videogiochi

Ti stai chiedendo dove guardare la serie tv manga One Piece streaming di cui parlano tanto i tuoi amici? Negli anni Duemila, non ci sono state...

Abiti da Cerimonia Monnalisa Bambina Primavera Estate 2022

Quando si parla di abiti da cerimonia il primo pensiero va a quelli di noi donne, oggi invece desidero dedicare questo articolo alle bambine...