Differenze e vantaggi tra marcatura laser e marcatura a micropunti

La marcatura industriale racchiude un insieme di tecniche e macchinari che applicano segni e bollature su tantissimi materiali tra cui legno, carta, plastica e metalli.

Il loro utilizzo spazia in numerosi settori industriali passando, per esempio, da quello alimentare, pensiamo alle date di scadenza che troviamo in tutti i cibi confezionati, alla costruzione di veicoli e macchinari incidendo codici alfanumerici identificativi come i numeri di telaio a tanti altri settori come l’aeronautica e l’informatica.

Le soluzioni adottate per la marcatura sono spesso fatte su misura e sono oggi numerosissime le aziende specializzate nella costruzione di marcatrici industriali che garantiscono una vasta gamma di soluzioni per tutti i tipi di clienti.

Tra queste spicca Sitel MK3 che costruisce marcatrici laser e a micropunti di altissimo livello per soddisfare ogni tipo di esigenza.

Tra le varie tecniche di incisione ci soffermeremo sulla marcatura laser e su quella a micropunti.

Differenze e vantaggi tra marcatura laser e marcatura a micropunti 470x314 - Differenze e vantaggi tra marcatura laser e marcatura a micropunti

Marcatura laser

La marcatura laser viene effettuata tramite il surriscaldamento del materiale da incidere con un fascio di luce che modifica la sua superficie in determinati punti in modo da creare un codice, un logo o l’informazione da imprimere.

Dal punto di vista tecnico la marcatura laser rappresenta il massimo della qualità e della flessibilità operativa.

Questo tipo di scrittura viene utilizzata sia per marcature industriali, come QR code, datamatrix o codici di tracciabilità, sia per marcature di tipo estetico come disegni, decori e incisioni di loghi con finalità di marketing.

Tra i materiali su cui il laser viene utilizzato, a seconda della loro robustezza e del tipo di superficie, metallo e plastica risultano tra i più usati.

Il risultato estetico su vasta scala, praticamente perfetto, ha stimolato l’interesse di moltissimi settori di consumo, tra cui quelli del lusso, l’aeronautico, il meccanico, quello medico e tantissimi altri.

Quali sono i passaggi di marcatura del materiale?

La marcatura laser è un processo di incisione tramite surriscaldamento termico, che viene effettuato da un raggio laser che viene amplificato e indirizzato verso un punto ben preciso della superficie.

In seguito all’impatto il materiale colpito viene alterato in modo permanente risultando quindi indelebile.

La marcatura laser si articola in tre semplici passaggi:
Incisione tramite la creazione di un solco nei primi strati del materiale colpito
Ricottura del materiale tramite alterazione per accentuare il contrasto tra la
superficie e l’incisione
Schiumatura che modifica l’aspetto del rivestimento

Marcatura a micropunti

La marcatura a micropunti è adoperata prevalentemente nel settore industriale e si presenta come una tecnologia computerizzata tramite cui si può marcare e tracciare prodotti sia in fase di produzione sia successivamente, in fase di commercializzazione.

Come funziona una marcatrice a micropunti?

In breve…

La marcatrice crea un’incisione basata sul principio della micropercussione tramite cui un punzone vibrante comandato elettronicamente incide il materiale con una successione di micro punti che vanno a creare caratteri alfanumerici o disegni.

Nel dettaglio…

I marcatori a micropercussione colpiscono la superficie da incidere con un corpo punta in carburo di tungsteno o in diamante creando una serie di micro punti che formano un testo, numeri, loghi e codici datamatrix 2D.

In genere i macchinari di buona fattura si presentano come robusti ed efficienti e oggi sono sempre più precisi grazie alla gestione tramite software molto versatili che consentono di incidere qualsiasi motivo.

Il risultato può essere personalizzato non solo grazie alle molteplici possibilità di lavoro delle singole punte ma anche attraverso la varietà delle punte stesse che sono di molte forme e grandezze come quella vibrata, a punti, elettrica, ecc…

La marcatura a micropunti presenta un’ampia scelta di accessori, inoltre in base al tipo di utilizzo si divide in:

● Macchine portatili, molto comode, leggere e maneggevoli
● Macchine da banco, caratterizzate dall’importante robustezza e completezza di
opzioni di lavoro
● Macchine da integrazione, ideali per semplificare e velocizzare il loro inserimento in linea

Questa tecnologia è ampiamente utilizzata in numerosi settori tra i quali spiccano:

● Settore agricolo
● Settore petrolifero
● Lavorazione dei metalli
● Componenti elettroniche
● Trasporti

Conclusioni

La marcatura è un’operazione fondamentale per garantire la completa tracciabilità di un prodotto ed è necessaria per conformarsi agli standard di qualità ISO.

Entrambi i sistemi di marcatura sono ampiamente utilizzati, tuttavia la tecnologia laser è consigliata per la produzione in serie e su larga scala sia nel settore industriale sia per la decorazione. Velocità e precisione consentono di ottenere un risultato perfetto su tutti i pezzi incisi.

La marcatura a micropunti è particolarmente sfruttata in alcuni settori industriali ed è consigliata per l’incisione dei metalli in modo da assicurare la riconoscibilità di un singolo pezzo anche all’interno di una serie (numeri di matrice), grazie alla realizzazione di caratteri alfanumerici o disegni.

Bisogna comunque tenere presente che aspetti come velocità e profondità permettono di lavorare non solo i metalli ma tanti altri materiali come ceramica, legno, vetro, plastica e cartone.

 

Articoli correlati

  • ebook gratuito obag

    In regalo per te...tutto sulle O-Bag!

    La nostra guida sulle borse O-Bag. Colori, prezzi, dove comprare... Iscrivi alla newsletter e scarica subito l'ebook:

By
Ultimi articoli
ebook gratuito tagli capelli 2019

In regalo l'ebook tendenze tagli capelli 2019 anche su mobile