Home Svago Educazione e Addestramento del cane

Educazione e Addestramento del cane

Qualche piccolo consiglio su educazione e addestramento del cane!

Il cucciolo di cui si è venuti da poco in possesso è naturalmente un essere libero, che segue giocoforza il suo istinto d’animale, seppur domestico, è come un bambino che ha bisogno di essere plasmato alle esigenze della vita.

Quali quella di riconoscere l’autorità del nuovo capo branco (padrone), di non sporcare in casa o sulle scarpe dell’ospite, di non mordere il postino, di non saltare addosso al primo venuto, di ritornare al richiamo, di non elemosinare il cibo dalla tavola, di non mangiare cibi sconosciuti, di non inseguire (troppo) i gatti, di non intrufolarsi nelle tane di animali sconosciuti ecc.

Per ottenere tutto, ciò, o magari, anche dell’altro è necessario ricorrere a una qualche forma d’addestramento, cosa fattibile anche in proprio, se si ha un po’ di tempo a disposizione e una grande dose di pazienza.
La carta vincente è proprio quest’ultima, se questa manca è meglio lasciar perdere e rivolgersi con fiducia ad un qualche addestratore professionista, il quale con poche lezioni ed una modesta spesa potrà insegnare al nostro piccolo nuovo amico i comportamenti più elementari, ma necessari, per una proficua e più sicura convivenza.

Nel corso delle lezioni, sempre corte, il cane non deve mai essere picchiato, se proprio è necessario punirlo, è sufficiente alzare il tono della voce ed esso comprenderà il nostro disappunto nei suoi confronti e probabilmente reagirà positivamente ai successivi insegnamenti.
Ogni qual volta, che ciò accade è buona norma premiarlo con una piccola leccornia, un biscottino, una crocchetta diversa dalle solite, un pezzettino di carne o formaggio.

Addestramento ed Educazione Cane

Nel corso dell’insegnamento, che deve iniziare abbastanza presto, si dovrà inoltre cercare di comprendere le motivazioni dei suoi comportamenti individuandone sia i punti positivi che i lati oscuri, o fobie ereditarie e lavorare come psicologi sulle stesse allo scopo di appianarle o smussarle.

Entro i primi due anni di vita l’animale è sempre ricettivo a nuovi insegnamenti, più tardi dovrà averli fatti propri e rispondere di conseguenza.
Ciò non toglie che si possa\debba continuare nel rispolvero.

Importante è capire che il cane in quanto tale è un animale con una sua biologia e personalità e che tali requisiti vanno rispettati e mai forzati o annullati, quindi Sì ad un positivo addestramento ma No al suo ammaestramento che ne violerebbe ingiustificatamente l’intima essenza.
Si cerchi l’amico e non altro!

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi articoli

Come imparare a investire sul mercato valutario grazie ai corsi forex

Sono sempre di più le persone che desiderano apprendere ad investire sul mercato valutario in completa autonomia e per questo ricercano dei corsi forex...

Smartphone ricondizionati: come risparmiare senza rinunciare alla qualità

Si sa, acquistare uno smartphone di grandi marchi potrebbe costare molto. Ed ecco perché in tanti optano per comprare smartphone ricondizionati. Di cosa si tratta?...

Come risparmiare sull’acquisto online di scarpe e vestiti

Shopping mon amour…. Quante donne pensano questo, ma siamo sicuri che anche qualche uomo non lo pensi? Perchè non spendere qualche soldino per regalarsi...

Diario Chiara Ferragni 2022 2023

Dopo l'enorme successo riscosso lo scorso anno, la linea scuola Chiara Ferragni 2022 2023 si rifà il look! Completamente aggiornato il diario scolastico agenda 2022...

Smemoranda 2023 Diario Scolastico: Prezzi, Colori e Special Edition

Agenda Smemoranda 2023: Fuori! Il titolo del diario scolastico SMEMORANDA 2022 2023 è Fuori! Vuole essere un incentivo a guardare “fuori” e scoprire il mondo, ma...